Barbagallo: rilanciare l’economia e avviare i cantieri

i sindacati al Governo sullo «sblocca cantieri»

Migliaia di lavoratrici e di lavoratori in piazza, oggi, a Roma per lo sciopero generale del settore delle costruzioni, indetto dai sindacati di categoria per chiedere al Governo un cambiamento di rotta delle politiche di sviluppo, per rilanciare il comparto e rimettere in moto il Paese. Durissima la crisi per il settore: dal 2008 i posti di lavoro persi sono stati 800.000. «Bisogna rilanciare l´economia e avviare i cantieri.» È quanto ha detto il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, nel corso della manifestazione a sostegno dello sciopero. «Le risorse ci sono – ha continuato Barbagallo – ed è criminale non spenderle: serve la volontà politica per farlo.  Ad ottobre del 2018, le risorse programmate erano pari a 32 miliardi di euro, derivanti prevalentemente dai Patti per il sud e dai Piani operativi nazionali, a fronte delle quali c’è un impegno di spesa per soli 2,4 miliardi di euro e una spesa effettiva che si ferma a 492 milioni di euro.»

Alle 13.30 i sindacati incontreranno il Governo proprio sul cosiddetto decreto «sblocca cantieri». «E’ importante che ci abbiano convocato apalazzo Chigi – ha concluso Barbagallo –  Meglio tardi che mai.»

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*